Il Prestito con Delegazione di Pagamento

Il Prestito con Delegazione di Pagamento

I finanziamenti delega sono prodotti non finalizzati a volte presenti sul mercato anche con il nome di doppio quinto. Il loro scopo è permettere liquidità aggiuntive ai richiedenti in caso di finanziamenti già in corso.

Si parla di finanziamento non finalizzato, poiché il cliente non deve motivare per forza le finalità dell’importo che richiede con il finanziamento.




Questi finanziamenti sono concessi da molte società che erogano prodotti di credito principalmente o esclusivamente online, ma sulla rete si possono trovare anche ottime proposte di banche e tutti gli altri enti creditizi, questo permette di farsi facilmente una idea dei finanziamenti delega ottenibili e dei requisiti per ottenerli.

I soggetti che possono richiedere il prestito delega sono lavoratori dipendenti residenti in Italia e, se questi non dovessero avere almeno sei 6 mesi di anzianità lavorativa, è prevista una tutela ulteriore come la firma di un garante, che possa assumesi l’impegno di coprire eventuali insoluti, o la sottoscrizione di una polizza assicurativa sulla vita o sull’impiego, in modo che questa possa andare a colmare vuoti imprevisti.

Tutti i lavoratori possono richiedere il finanziamento delega, ammesso che abbiano una certa anzianità lavorativa, stabilita in minimo 5 mesi per gli statali, 1 anno per i lavoratori di aziende private.

Il pagamento del finanziamento prevede, in base all’ente che lo eroga, dei tempi che coprono da 1 a 10 anni, e la rata viene calcolata in base allo stipendio del soggetto richiedente ed all’ammontare rateale del finanziamento già in corso.

Anche la nuova rata viene addebitata automaticamente sulla busta paga, così il debitore non ha scadenze da ricordare perché tutto avviene automaticamente, con il supporto del datore di lavoro.

Il prestito delega segue per tutti gli altri dettagli, le norme che disciplinano solitamente la cessione del quinto, con l’unica differenza quindi che la rata diventa pari al 2/5 dello stipendio netto mensile.

La documentazione richiesta per il finanziamento delega prevede assieme carta di Identità, codice fiscale, ultima busta paga e ultimo modello CUD.

L’importo minimo erogabile tramite finanziamento delega è in media di circa 2500 euro, l’importo massimo erogabile può arrivare, in base all’ente a cui si fa riferimento, a 75000 euro, con tasso di interesse fisso e costante nel tempo.

Quanto al rimborso, il cliente può pagare con una dilazione da 12 a 120 mesi, e solitamente il finanziamento viene erogato entro i 10 giorni lavoratovi, salvo eventuali imprevisti burocratici, che però non esistono quasi per le società di credito che erogano prestiti delega online.

Prestito con delega di pagamento o prestito dipendenti

Il prestito con delega di pagamento può essere richiesto da lavoratori dipendenti sono quindi esclusi i lavoratori autonomi.

E’ uno dei pochi finanziamenti che accetta protestati e/o pignorati e può essere affiancato ad altri debiti in corso.

Il pagamento delle rate del prestito viene effettuato direttamente dal datore di lavoro attraverso una detrazione diretta dalla busta paga è quindi funzionalmente molto comodo dato che non è necessario occuparsi direttamente della gestione dei pagamenti.

Essendo strettamente legato alla vita lavorativa del soggetto è accompagnato da una assicurazione nel caso le capacità lavorative del lavoratore vengano meno o venga licenziato.

Per le sue caratteristiche il prestito con delega di pagamento è molto vicino a un altro tipo di prestito ovvero la cessione del quinto.

Al contrario di quest’ultimo è però possibile “cedere” alla finanziaria fino ai 2/5 dello stipendio.

L’importo massimo ottenibile è commisurato allo stipendio del richiedente non è quindi previsto un tetto massimo ma un rapporto massimo fra cifra richiesta, retribuzione e livello del TFR maturato.

La durata massima di questa tipologia di finanziamento è pari a 120 mesi e non è richiesta la finalità del prestito.

Visualizzazione del risultato